G. Bolacchi, Potere e strutture sociali, Edizioni Ricerche, Roma, 1963

In questa monografia si affronta il problema metodologico concernente l’esigenza di esplicare in modo unitario i fenomeni sociali riconducibili, da un lato, alla integrazione e, dall’altro lato, al conflitto. Rimane valida la dicotomia tra la società come integrazione (teoria integrazionista) e la società come coercizione e come conflitto (teoria coercitiva), o non è invece possibile formulare una teoria sociologica di carattere più generale che esplichi i due momenti dell’integrazione e del conflitto in termini che non si presentino come mutuamente esclusivi?

Nel testo si propone una ipotesi esplicativa teorica unitaria fondata su una caratterizzazione comportamentistica delle scienze sociali. In questa prospettiva, l’elemento più generale che caratterizza tutte le interazioni sociali viene individuato nella comunione di interessi fondata sulla interrelazione. In particolare, può dirsi che gli interessi di due soggetti possono essere, in linea di principio, congiunti ovvero disgiunti; in entrambi i casi l’interazione sociale postula una qualche forma di interrelazione degli stessi. A un livello di astrazione immediatamente meno elevato vengono inquadrate le due categorie fondamentali della “azione sociale”: l’azione di accettazione e l’azione di condizionamento.

Autore
Giulio Bolacchi

Titolo

Potere e strutture sociali


Editore
Edizioni Ricerche, Roma

Anno
1963
  1. Conflitto di classe e stratificazione sociale online
  2. Statica e dinamica sociale nel pensiero di J.B. Clark; equilibrio statico, evoluzione, stato stazionario
  3. Dinamica pendolare e dinamica cumulativa
  4. Società come integrazione e stratificazione sociale
  5. La società come conflitto in Dahrendorf
  6. Le critiche di Dahrendorf alla teoria di Parsons
  7. Le contraddizioni della teoria di Dahrendorf
  8. Comunione degli interessi, interrelazione degli interessi; azione sociale di accettazione, azione sociale di condizionamento
  9. Conflitto sociale e forza sociale del potere
  10. La struttura della dinamica pendolare: deviamento-reintegrazione, deviamento-irrilevanza
  11. Potere istituzionale e potere deviante online
  12. Il concetto di «classe sociale»

Bolacchi G., Teoria delle classi sociali, Edizioni Ricerche Roma, 1963

Clark J.B., La distribuzione della ricchezza, in: Biblioteca dell’economista, V serie, vol. III, Torino, 1916

Dahrendorf R., Classi e conflitto di classe nella società industriale, Bari, 1963

Davis K., Moore W.E., Some Principles of Stratification, in L.A. Coser, B. Rosemberg (eds.), Sociological Theory: A Book of Readings, New York, 1957

Pareto V., Corso di economia politica, Torino, 1949

Parsons T., The Social System, Glencoe, Ill., 1951

Parsons T., A Revised Analytical Approach to the Theory of Social Stratification, in R. Bendix, M.S. Lipset (eds.), Class, Status and Power: A reader in Social Stratification, Glencoe, Ill., 1953

Parsons T., Il concetto di potere politico, I, in: Il politico, settembre 1963, n.3

Parsons T., Shils E.A., Some Fundamental Categories of the Theory of Action: A General Statement, in T. Parsons, E.A. Shils (eds.), Toward a General Theory of Action, Cambridge, Mass. 1951

Perry R.B., General Theory of Value, Cambridge, Mass., 1954

Schumpeter J.A., Storia dell’analisi economica, Torino, 1960

Sorokin P.A., Sociedad, Cultura y Personalidad, Madrid, 1960

Tumin M.W., Some Principles of Stratification: A Critical Analysis, in L.A. Coser, B. Rosemberg (eds.), Sociological Theory: A Book of Readings, New York, 1957

error: Protetto © Giulio Bolacchi