13/13«È interessante notare a questo proposito che il rigoroso controllo sociale cui ogni soggetto è sottoposto nell’ambito del gruppo primario entro cui opera, nonché le limitatissime opportunità offertegli dall’ambiente, determinano in lui un livello di aspirazione estremamente rigido, cioè una incapacità a reagire alle difficoltà ambientali e sociali modificando il proprio campo di interessi (incapacità a prospettarsi alternative di azione). Questo fatto, unito alle frustrazioni accumulate durante il processo di socializzazione e successivamente rinforzato nel contesto sociale, fa sì che la frustrazione sia sempre seguita da qualche forma aperta di aggressività.»

(G. Bolacchi, Problemi concernenti una campagna di promozione sociale contro gli incendi, p. XXII-XXIII)

error: Protetto © Giulio Bolacchi