2/13«La predisposizione generale di base, ovvero l’interesse a una classe di prodotti o di comportamenti, delimita il gruppo al quale il messaggio pubblicitario deve essere indirizzato e individua la forza persuasiva della comunicazione, cioè la sua effettiva capacità di orientare il comportamento dei destinatari verso gli obiettivi prefissati. Da ciò discende che il messaggio pubblicitario appartiene sempre a una classe di messaggi che possono essere scelti alternativamente; poiché infatti il messaggio presuppone una predisposizione generale di base, esso può essere suscettibile di differenti orientamenti in quanto esistono differenti modi per rendere specifica la predisposizione di un comportamento specifico conseguente al messaggio pubblicitario con essa compatibile.»

(G. Bolacchi, Problemi concernenti una campagna di promozione sociale contro gli incendi, p. VIII)

 

error: Protetto © Giulio Bolacchi