48/52«La modificazione degli interessi (e delle relazioni tra gli stessi) esprime i cambiamenti legittimati nel contesto sociale, che configurano un equilibrio dinamico; quando questi cambiamenti non sono ammessi si ha un equilibrio statico (il quale può essere alterato dal deviamento e ricomposto dalla punizione). La norma giuridica e il principio del contrappasso presuppongono per definizione un equilibrio statico (che l’interpretazione della norma tenta di adeguare alla dinamica sociale).»

(G. Bolacchi, Il sequestro come fatto sociale, p. 164)

error: Protetto © Giulio Bolacchi