1/66«Le ragioni di questa arretratezza metodologica delle scienze sociali potrebbero esse stesse costituire oggetto di una ricerca che ci consentirebbe di affrontare i problemi con molta maggiore consapevolezza e accortezza critica; ma che forse non servirebbe ad esplicare su un piano scientifico le strutture sociali, in quanto se è vero che la scienza è consapevolezza metodologica, è anche indubitabile che bisogna distinguere dalla scienza il discorso intorno alla scienza. Questo fatto non deve però portare a confinare gli studi sul metodo e sulla teoria entro una dimensione filosofica o metascientifica di ricerca. La distinzione non comporta, infatti, dissociazione tra i problemi, ma costituisce al contempo un elemento di chiarezza, in quanto ne mette in luce la reciproca implicazione. Solo distinguendo tra scienza e metodologia della scienza ci si rende conto che non può esistere scienza senza metodologia e metodologia senza scienza, e che lo scienziato, prima di proporre a sé stesso e agli altri un discorso sugli oggetti, deve porre in essere un discorso sull’oggetto primo della sua attività, cioè sulla scienza: un discorso sul metodo.»

(G. Bolacchi, Teoria delle classi sociali, pp. 1-2)

error: Protetto © Giulio Bolacchi