8/17«Le difficoltà incontrate dall’attività di programmazione in Sardegna debbono essere ricondotte alla presenza di questi fattori disfunzionali; una volontà politica frantumata e concentrata esclusivamente sull’uso del potere deviante non poteva non accentuare il momento del consumo come momento base di utilizzazione dei trasferimenti monetari che la regione era riuscita ad ottenere dallo stato. Questo fatto favorì, dal punto di vista istituzionale, la suddivisione territoriale della Sardegna in aree troppo numerose e ristrette e impedì di cogliere la dimensione globale dei più importanti problemi dell’isola.»

(G. Bolacchi, Un’autonomia in regime di dipendenza, p. 27)

error: