9/17«Il destino tragico e certamente anomalo della Sardegna fu quello di aver maturato nei secoli una cultura e una società che sostanzialmente si autogovernavano in quanto prive di autocoscienza nazionale. Una miriade di culture locali tra loro perfettamente bilanciate, perché tutte troppo anguste in quanto stereotipate e ripetitive, escludevano ovviamente il formarsi dell’idea di nazione, che avrebbe implicato la leadership di una cultura con conseguente processo di assorbimento e riconversione di tutte le altre da parte della cultura locale egemone.»

(G. Bolacchi, Un’autonomia in regime di dipendenza, p. 31)

error: