SCIENZA DEL COMPORTAMENTO

  • La caratterizzazione dei gruppi sociali in base alla interrelazione congiunta

    Con Staff su 5 Novembre 2014
    0

    Sulla base delle considerazioni sopra svolte ogni gruppo sociale può essere visto sotto due prospettive fondamentali: una intrinseca e una estrinseca. La prima è quella della interrelazione congiunta di interessi (interessi comuni positivamente coinvolti) che si traduce in un insieme di azioni di accettazione.

    Leggi
  • La caratterizzazione dei rapporti sociali in termini di potere. Il concetto di deviamento

    Con Staff su 6 Novembre 2014
    0

    La caratterizzazione dei rapporti sociale in termini di azione di condizionamento da parte di un gruppo nei confronti di uno o più soggetti singolarmente presi, presuppone la esistenza di un comportamento deviante, cioè di un mancato adeguamento del comportamento di un soggetto ai valori vigenti entro il gruppo sociale che esercita il potere.

    Leggi
  • La connessione tra interrelazione congiunta e interrelazione disgiunta

    Con Staff su 7 Novembre 2014
    0

    Le due situazioni tipiche che costituiscono i termini della relazione di potere sono date dal condizionamento da un lato e dalla soggezione al condizionamento dall’altro lato. La situazione connessa al condizionamento non può essere ipotizzata come situazione riferita a un soggetto singolo, ma deve essere configurata come un insieme di relazioni di accettazione tra più soggetti aventi un interesse comune all’esercizio del potere.

    Leggi
  • Il concetto di azione di condizionamento quale esplicazione del concetto di potere

    Con Staff su 8 Novembre 2014
    0

    La esplicazione del potere come azione di condizionamento elimina la contraddizione relativa alla considerazione del potere in termini di accettazione del potere, e consente di risolvere il problema del fondamento (o giustificazione) del potere, cioè il problema della legittimazione del potere.

    Leggi
  • La comunione degli interessi. Interrelazione congiunta e interrelazione disgiunta.

    Con Staff su 9 Novembre 2014
    0

    La comunione di interessi si ha quando gli interessi sono diretti verso il medesimo oggetto, cioè quando i soggetti sono disposti a rispondere nello stesso modo a una medesima situazione.
    Dal fatto che gli interessi di due soggetti abbiano il medesimo oggetto consegue che tra gli interessi intercorre una relazione tale che il soddisfacimento dell’interesse di uno dei soggetti implica necessariamente il soddisfacimento dell’interesse dell’altro soggetto, ovvero che il soddisfacimento dell’interesse di uno dei soggetti implica necessariamente il sacrificio dell’interesse dell’altro soggetto.

    Leggi
  • Considerazioni riassuntive sul problema della legittimità del potere in Ferrero e in Weber

    Con Staff su 10 Novembre 2014
    0

    Il problema centrale che emerge dalle indagini di Weber e di Ferrero è quello della legittimità del potere. Legittimità intesa come giustificazione del potere, cioè del diritto a comandare.

    Leggi
  • La organizzazione sociale e i principi di legittimità

    Con Staff su 11 Novembre 2014
    0

    L’organizzazione sociale deriva dalla interrelazione congiunta tra gli interessi di due o più soggetti, cioè dal fatto che ciascun soggetto ha un interesse a che l’interesse comune dell’altro soggetto venga soddisfatto.

    Leggi
  • La identificazione delle strutture organizzative con le strutture di potere

    Con Staff su 12 Novembre 2014
    0

    Il presupposto su cui si fonda l’indagine di Ferrero è dato dalla considerazione delle strutture sociali in termini di potere, cioè dalla considerazione del potere come elemento intrinseco al momento organizzativo delle strutture sociali.

    Leggi
  • Scelta, utilità, massimizzazione, come concetti pseudo-esplicativi

    Con Staff su 4 Marzo 2015
    0

    Il problema della scelta viene anche affrontato partendo dall’analisi del cosiddetto comportamento selettivo del soggetto.

    Leggi
  • Il concetto di intensità dell’interesse

    Con Staff su 6 Marzo 2015
    0

    Due diverse serie operative poste in essere dallo stesso soggetto possono intersecarsi (si può discutere di affari mentre si pranza). In questi casi operazioni appartenenti a serie operative che sono seguite da rinforzatori diversi sono distribuite nel tempo in modo alternato. L’osservazione che un soggetto può alternare le operazioni di serie diverse cui seguono rinforzatori diversi ci suggerisce un modo per dare un significato all’espressione “intensità di un interesse”.

    Leggi
  • Il processo di discriminazione come processo di rinforzo

    Con Staff su 7 Marzo 2015
    0

    Per comprendere esattamente la differenza tra condizionamento rispondente e condizionamento operante è necessario tener presente che l’importanza del processo di discriminazione consiste nel fatto che lo stimolo discriminante SD opera a sua volta come rinforzatore di un comportamento R2 diverso da R1.

    Leggi
  • La analisi scientifica del comportamento

    Con Staff su 8 Marzo 2015
    0

    L’analisi scientifica del comportamento umano si è sviluppata attraverso studi sperimentali effettuati sugli animali. E’ ormai un risultato acquisito dalla moderna psicologia che l’analisi dei processi psicologici deve essere condotta su base sperimentale e che un metodo adatto è quello di utilizzare animali in condizioni esattamente controllate, dato che la sperimentazione su animali offre delle possibilità che non possono ovviamente ottenersi quando si utilizzano esseri umani.

    Leggi
  • È possibile la società non ideologica fondata sulla scienza sociale?

    Con Staff su 1 Maggio 2015
    0

    L’eliminazione dei rapporti di tipo corporativo consente di ottenere il maximum di funzionalità delle strutture didattiche con riferimento alla possibilità dei soggetti socializzati in modi diversi di soddisfare i propri interessi nell’ambito di un sistema ideologico pluralistico. Tuttavia rimane il limite fondamentale della pluralità delle ideologie; tale limite implica l’esistenza di società fondate sul conflitto e sulla competizione e quindi la rinuncia a utilizzare la scienza sociale per la soluzione dei problemi dell’uomo.

    Leggi
  • Gli effetti disfunzionali della punizione sul processo di apprendimento

    Con Staff su 5 Maggio 2015
    0

    Gli effetti disfunzionali della punizione sul rapporto apprendere-insegnare possono essere chiariti distinguendo due tipi di processo punitivo: (a) il primo consiste nel punire un comportamento del discente che chiamiamo “non studiare”; (b) il secondo nel punire questo comportamento specificando però una alternativa di comportamento e una ricompensa nel caso in cui il discente scelga questa alternativa.

    Leggi
  • La relazione di strumentalità tra gli interessi nel rinforzamento secondario

    Con Staff su 6 Maggio 2015
    0

    Al processo rinforzamento secondario si può far corrispondere una relazione di strumentalità tra due interessi del soggetto. Il meccanismo del rinforzamento secondario spiega il modo in cui nel soggetto sorge un interesse strumentale rispetto a un interesse finale dato.

    Leggi
error: