Posts tagged con ‘conoscenza scientifica’

  • Il sequestro come fatto sociale (estratto 39)

    Con Staff su 22 Maggio 2014
    0

    «Purtroppo non si riesce ancora a capire che ogni fenomeno sociale non nasce dal nulla, quasi fosse una manifestazione estemporanea di personalità isolate, ma è l’effetto di cause che bisogna ricercare nei processi interattivi; in breve, ogni comportamento umano è l’effetto diretto o indiretto di variabili sociali che lo determinano, cioè di altri comportamenti coi quali coesiste e interagisce. L’idea

    Leggi tutto
  • Il sequestro come fatto sociale (estratto 37)

    Con Staff su 22 Maggio 2014
    0

    «Si è visto che lo studio di una cultura secondo un paradigma dinamico presuppone un modello esplicativo di tipo strutturale. Con riferimento a tale modello, l’analisi dinamica individua le sequenze operative specifiche di una cultura, in una logica di modificazione intertemporale; in modo tale da poter evidenziare, ove esistano, con riferimento alle variabili e ai parametri del modello, anche le

    Leggi tutto
  • Il sequestro come fatto sociale (estratto 36)

    Con Staff su 22 Maggio 2014
    0

    «La storia studia i fatti passati nella loro irreversibilità individualizzata. La scienza sociale assume i fatti sociali come parametri o come variabili dipendenti o indipendenti e li inserisce nel proprio modello esplicativo (caratterizzato da una logica strutturale riferita a relazioni funzionali tra comportamenti), supponendo che le variabili (e a maggior ragione i parametri) si configurino nel contesto sociale considerato in

    Leggi tutto
  • Il sequestro come fatto sociale (estratto 7)

    Con Staff su 23 Maggio 2014
    0

    «Esistono almeno tre prospettive di riferimento, che possono essere utilizzate per spiegare il sequestro: una prospettiva prescrittiva (fondata sul paradigma valutativo-normativo) di tipo penalistico, la quale considera e analizza il sequestro, dal punto di vista dell’ordinamento giuridico, come elemento di una relazione istituzionalizzata del tipo: se deviamento, allora punizione; una prospettiva esplicativa (fondata sul paradigma scientifico), che considera e analizza

    Leggi tutto
  • Politiche di sviluppo, innovazione, parchi scientifici e tecnologici (estratto 1)

    Con Staff su 6 Giugno 2014
    0

    «Le zone di confine, quando non sono delimitate con precisione, tendono a trasformarsi in terre di nessuno sulle quali gli utilizzatori dei vari paradigmi conoscitivi tentano di imporre il proprio predominio, dando origine a una molteplicità di spiegazioni prive delle connotazioni tipiche dell’esplicazione scientifica. Queste spiegazioni, spesso fondate su forme palesi o latenti di anarchismo metodologico (più frequenti sul versante

    Leggi tutto
  • On “social sciences” and science (estratto 5)

    Con Staff su 23 Giugno 2014
    0

    «A particular violation of semantic homogeneity criterion occurs in the field of psychology when behavioral variables and inner variables (expressing cognitive-type or, more specifically, emotional-type states) are related by pseudo-functions. The introduction of so-called intervening variables and hypothetical constructs, despite MacCorquodale’s and Meehl’s (1948) efforts, paves the way for a sort of anomalous functions (pseudo-functions) that do not conform to

    Leggi tutto
  • On “social sciences” and science (estratto 3)

    Con Staff su 23 Giugno 2014
    0

    «The history of scientific thought (and the Galilean revolution) shows us that “a shift in attitude that allows us to be more flexible” is by no means sufficient to construct, to widen, and to deepen the language of science, and even more the language of the social science. It is necessary to break the science away from the common sense;

    Leggi tutto
  • On “social sciences” and science (estratto 2)

    Con Staff su 23 Giugno 2014
    0

    «Two kinds of histories of science therefore exist: (a) socio-psychological history concerning all the research methods, in whatever manner carried out, and the socio-psychological conditionings to which the researchers have been subjected in the social context where they worked; and (b) history, purified from socio-psychological connotations, concerning the research methods conforming to the constraints and to the cumulative results of

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 27)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Questo punto fondamentale non è stato rilevato neanche dai critici più acuti di Parsons come Homans, il quale sebbene affermi giustamente che la teoria di Parsons è meramente tassonomica e non ha valore esplicativo, sbaglia laddove afferma che la individuazione delle categorie è il primo passo della costruzione di una scienza, che deve successivamente essere completato dalla individuazione delle proposizioni

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 13)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «L’esplicazione scientifica dei fenomeni consiste nell’individuazione di un insieme di variabili e delle relazioni che sussistono tra queste variabili. Il perché certe variabili vengano assunte come variabili tipiche non costituisce un problema all’interno del linguaggio della scienza in quanto resta sempre aperto il campo all’individuazione di nuove variabili aventi un livello di astrazione meno elevato (predicati limitativi) o un livello

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 12)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Se si supera la prospettiva metafisica storicistica e si analizza il comportamento in termini strutturali, allora l’esplicazione dei fenomeni umani può avvenire prescindendo completamente dalla storia la quale cessa di essere, come invece credeva presumibilmente Weber, il grande laboratorio in cui dovrebbe operare a posteriori lo scienziato sociale. L’irrilevanza della considerazione storica per la costruzione di una scienza sociale non

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 10)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «In altre parole, la concezione metafisica della causalità come rapporto tra fenomeni caratterizzati in termini di ordine universale e di necessarietà ovvero come rapporto tra una molteplicità infinita di fattori e un fenomeno dato costituisce una caratterizzazione erronea del discorso scientifico, sia che si tratti delle scienze naturali che delle scienze sociali, in quanto la struttura del discorso scientifico è

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 9)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Nell’ambito del discorso scientifico, si tratti di scienze sociali o di scienze naturali, il postulato dell’infinita molteplicità di elementi, che è un postulato metafisico, non ha alcuna rilevanza. Pertanto, la molteplicità dei fattori causanti sia che la si voglia riferire solo all’ambito dei fenomeni sociali, sia che la si voglia riferire anche all’ambito dei fenomeni naturali non può essere assunta

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 5)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Quando si considera il discorso della scienza nella sua intersoggettività, i predicati di tale discorso vengono presi in considerazione senza alcun riferimento a un concreto insieme di comportamenti storicamente determinati quali quelli posti in essere dal ricercatore nella sua attività di ricerca; ed i successivi stadi in cui storicamente si diversifica il discorso della scienza vengono analizzati con riferimento ai

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 4)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «La storicità delle motivazioni che hanno orientato il ricercatore e i valori sociali che lo hanno spinto a intraprendere una data ricerca non implica che il discorso scientifico formulato sia soggettivo; al contrario esso è intersoggettivo in quanto è operativizzabile ed esprime proprietà tipiche di classi di fenomeni e non di fenomeni individualizzati. Questa intersoggettività sopravvive per così dire alla

    Leggi tutto
error: Protetto © Giulio Bolacchi