Posts tagged con ‘democrazia’

  • Teoria delle classi sociali (estratto 65)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Considerati i concetti di “libertà” come nettamente distinti da quello di “democrazia”, resta da chiarire quali rapporti esistano tra gli stessi. In particolare, possiamo dire subito che in una comunità interrelata fondata sulla internalizzazione, cioè in una società dove sia massimo il grado di libertà intesa come adeguazione degli interessi comuni agli interessi dei singoli, non ha alcun senso parlare

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 64)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Se ora riconsideriamo, alla luce delle formalizzazioni di cui sopra, i concetti di “libertà” cui si riferisce la corrente dottrina sulla democrazia, cioè la “libertà negativa” (libertà dallo stato o garantismo) e la “libertà positiva” (libertà per mezzo dello stato), vediamo subito come il primo concetto possa tradursi in quello di libertà come sfera di possibili azioni di condizionamento, mentre

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 63)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Per concludere, l’elemento fondamentale che caratterizza la forza sociale del potere di un gruppo è dato non già dal numero di individui che condividono i valori comuni del gruppo, bensì dal grado di mediazione degli interessi comuni e quindi dal grado di organizzazione del gruppo. L’elemento numerico si presenta quindi, nell’ambito della democrazia, esclusivamente come un espediente storicamente determinato, meglio

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 62)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Le più importanti esplicazioni che della rappresentanza politica siano state fornite si svolgono, come si è visto, in termini di volontà popolare e di lotta in concorrenza per il comando politico; ma il loro difetto fondamentale consiste nel fatto che le stesse caratterizzano il fenomeno in esame in modo autonomo e prescindendo da un suo inquadramento entro una teoria generale

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 61)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Alla luce di quanto si è detto, l’istituto della rappresentanza politica risulta, pertanto, un fenomeno complesso alla cui costituzione concorrono tre distinti e autonomi fattori che, nell’ambito di una data organizzazione sociale, potrebbero sussistere anche singolarmente e che solo lo sviluppo storico dell’istituto e le circostanza varie che lo hanno determinato hanno contribuito a tenere uniti, rendendone difficile la individuazione.

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 60)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «È evidente come al soddisfacimento di un interesse finale non si giunga che attraverso il soddisfacimento di una serie di interessi interposti via via meno generali, cioè aventi un grado di mediazione progressivamente più elevato. Ora, un primo dato di fatto risulta certo: che, cioè, gli interessi finali non possono essere soddisfatti in modo diretto dai membri della collettività cui

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 59)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Riassumendo, una volta negata la esistenza di una volontà popolare razionale e definita, per via della considerazione secondo cui il giudizio razionale circa la adeguatezza dei mezzi utili al soddisfacimento degli interessi pubblici non è di solito posto in essere dal cittadino medio, la volontà popolare dovrebbe consistere nella rappresentazione di un insieme di interessi comuni tanto al singolo quanto

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 58)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Il capovolgimento di prospettive operato da Schumpeter, non solo non riesce a superare la dottrina della volontà popolare nella sua formulazione più ristretta e più propriamente sociologica, ma non spiega in che modo il procedimento elettorale possa essere suscettibile di una considerazione esclusiva, che prescinda da una sia pure generalissima decisione di problemi da parte dell’elettorato. Al contrario, la elezione

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 57)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Il fatto che la teoria della volontà popolare sia suscettibile di critiche che ne colpiscono soprattutto l’aspetto metafisico insito in quasi tutte le formulazioni della medesima, non toglie che la stessa contenga un elemento di verità; analizzando in sede sociologica il presunto fenomeno della volontà popolare, si è visto, infatti, che la stessa esiste nell’ambito di qualsiasi gruppo sociale politicamente

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 56)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Influenzare politicamente l’elettorato, nient’altro significa che prospettargli diversi interessi collettivi, individuati tra quelli maggiormente sentiti in una data società, indicandogli, nel contempo, i diversi possibili modi di soddisfacimento di detti interessi. Una tale lotta per influenzare l’elettorato in tanto ha senso, in quanto poggi su una sfera di libertà intesa come adeguazione degli interessi pubblici agli interessi dei singoli (libertà

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 55)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Il termine “democrazia” – nella accezione che qui si discute – sta a indicare nient’altro che un metodo, cioè una operazione o una serie di operazioni consistenti nella lotta in concorrenza sul piano politico, analogamente a quanto avviene per la concorrenza nella sfera economica. Ma la concorrenza, come del resto qualsiasi altra operazione, acquista rilevanza e

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 54)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Ciò premesso, può ben dirsi come – per Schumpeter – l’elemento centrale su cui poggia il concetto di “democrazia”, sia dato da una effettiva, stabile e sistematica possibilità di lotta in concorrenza per il comando politico. Di conseguenza, il fatto che la lotta in concorrenza per il comando politico debba comportare la possibilità di essere esercitata stabilmente e sistematicamente (nei

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 47)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Il potere deviante contro il sistema non potrà mai essere annullato su un piano concreto, e di fatto si potrà andare da un massimo di potere deviante contro il sistema istituzionale, bilanciato da un massimo di potere deviante a favore del sistema (ed è questo il caso dei regimi democratici), a un minimo di potere deviante contro e a favore

    Leggi tutto
  • Pluralismo e innovazione

    Con Staff su 1 Gennaio 2016
    0

    Il concetto di pluralismo pone l’accento non già sul garantismo come libertà negativa, né sulla partecipazione come libertà positiva; sono queste, dimensioni ormai acquisite alla prassi e al pensiero politico delle moderne società occidentali. Esso pone piuttosto l’accento sul fatto che la società moderna si articola e si ristruttura in un insieme di gruppi e sub-gruppi, ciascuno dei quali tenta di diversificarsi perché porta avanti, in un settore più o meno specifico, un proprio autonomo discorso culturale.

    Leggi tutto
error: Protetto © Giulio Bolacchi