Posts tagged con ‘dualismo uomo-natura’

  • A new paradigm for the integration of the social sciences (estratto 10)

    Con Staff su 21 Giugno 2014
    0

    «Perceiving states of consciousness as prime causes of behavior brings about a radical distortion of the knowledge man has about himself, since it leads to concentrating attention solely upon internal processes (that cannot be submitted to an intersubjective, quantitative and experimental scientific analysis) and to building up a cultural context and a pseudo-explicative language in conformity with this representation.» (G.

    Leggi tutto
  • On “social sciences” and science (estratto 1)

    Con Staff su 23 Giugno 2014
    0

    «In short, research about man and society has to be redefined by overcoming the obstacles and the presuppositions of philosophical ideology and common sense. The so-called world of spirit (mind), which prevents us from building an experimentally based explanatory language of man univocally defined and implies in principle a multiplicity of often mutually contradictory perspectives, must be replaced by the

    Leggi tutto
  • Il concetto di organizzazione secondo il paradigma scientifico (estratto 13)

    Con Staff su 27 Giugno 2014
    0

    «I pregiudizi derivanti dal dualismo uomo-natura giocano un ruolo molto importante nell’orientare gli studiosi verso schemi particolaristici tra loro contrapposti, piuttosto che verso una rappresentazione generale e integrata. Inoltre, se le analisi sono particolari e specifiche si corre il rischio, come avviene nel campo degli studi organizzativi, di confondere l’aspetto teorico (esplicativo) dell’organizzazione col suo aspetto economico o col suo aspetto politico fondato necessariamente su paradigmi valutativi.»

    Leggi tutto
  • Il concetto di organizzazione secondo il paradigma scientifico (estratto 4)

    Con Staff su 27 Giugno 2014
    0

    «La considerazione dei processi interni, data la loro intrinseca soggettività, implica un modello di riferimento di tipo valutativo, quale il relativismo culturale. Quando i processi interni (e gli stati di coscienza che li esprimono) vengono considerati come l’unica e esclusiva caratteristica dell’uomo, il relativismo culturale tende a trasferirsi dal piano valutativo a quello delle modalità conoscitive. Negli sviluppi più recenti, infatti, il dogma delle due metodologie si trasforma nel dogma delle molteplici metodologie: da

    Leggi tutto
  • Il concetto di organizzazione secondo il paradigma scientifico (estratto 3)

    Con Staff su 27 Giugno 2014
    0

    «Dilthey non tiene conto del fatto che con Galileo la conoscenza scientifica elimina il ricorso al concetto aristotelico di essenza (privo di capacità esplicativa) e sostituisce ad esso la funzione matematica, cioè la relazione tra variabile indipendente e variabile dipendente, realizzando una rivoluzione metodologica che mostra un mondo di eventi naturali in coppie ordinate (non più singolarmente presi). Ma le essenze (nelle loro varie e molteplici configurazioni), escluse dal mondo della natura, persistono nel mondo degli stati

    Leggi tutto
  • Il concetto di organizzazione secondo il paradigma scientifico (estratto 2)

    Con Staff su 27 Giugno 2014
    0

    «I persistenti pregiudizi concernenti il dualismo uomo-natura, nonché gli strumenti di ricerca conseguenti a questi pregiudizi, contrassegnati dall’incapacità di estendere il metodo delle scienze naturali allo studio dei fenomeni sociali, hanno limitato fortemente lo sviluppo di un linguaggio esplicativo unitario riferito all’uomo e alla società, associando alla ricerca un atteggiamento che considera la presenza di differenti punti di vista non

    Leggi tutto
  • Introduzione a “La natura delle scienze sociali”

    Con Staff su 1 Marzo 2016
    0

    La analisi di Homans sul problema metodologico delle scienze sociali si basa sul fatto che il comportamento umano è considerato come un fenomeno da analizzare ed esplicare utilizzando il metodo di ricerca delle scienze naturali, cioè il metodo galileiano dell’esperimento controllato.

    Leggi tutto
  • Le scatole vuote della sociologia

    Con Staff su 1 Novembre 2016
    0

    Un sociologo, che ha studiato sociologia secondo le tradizioni consolidate dell’Europa occidentale e degli Stati Uniti, sta visitando una fabbrica di cappelli. Sugli scaffali del magazzino vi è un numero imprecisato ma grande di scatole contenenti cappelli. Anche nei ripiani della sua mente vi sono delle scatole: egli le ha collocate a mano a mano che progrediva negli studi sociologici, dall’università all’insegnamento universitario, e continua tuttora a collocarle quando ne trova di nuove.

    Leggi tutto
  • Nota metodologica

    Con Staff su 1 Maggio 2017
    0

    L’analisi scientifica del comportamento costituisce, con riferimento alla generalizzazione dei risultati sperimentali acquisiti e alla incidenza di questi risultati sui modelli di organizzazione sociale, una meta non ancora raggiunta.

    Leggi tutto
  • Scuola, scienza e società in Italia

    Con Giulio Bolacchi su 17 Novembre 2019
    0

    È utile una scuola concepita secondo i canoni idealistici della riforma Gentile? Si discute ancora molto su questo punto, anche perché oggi si sta generalizzando una duplice tendenza, volta da un lato a depotenziare la conoscenza classica, in senso lato umanistica, e dall’altro lato a far prevalere la dimensione operativa e tecnologica.

    Leggi tutto
error: Protetto © Giulio Bolacchi