Posts tagged con ‘prospettive sociologiche’

  • Intermediazione, comunione e mutualità degli interessi negli studi di Perry

    Con Staff su 27 Maggio 2014
    0

    Una esplicazione del concetto di «interesse» si trova formulata negli studi del Perry. “Interesse” è, per Perry, una personale disposizione o attitudine, caratterizzata da un movimento di attrazione o repulsione; ed un qualche oggetto ha valore solo in quanto venga qualificato da un atto di interesse, per cui essere oggetto di interesse significa essere caratterizzato da un certo valore. “Valore” è, pertanto, la specifica relazione tra un qualche interesse e il suo oggetto o anche quella particolare caratteristica di un oggetto consistente nel fatto che, nei suoi confronti, un interesse è direttamente orientato.

    Leggi tutto
  • Le principali teorie sulle classi sociali

    Con Staff su 28 Maggio 2014
    0

    Molte teorie sono state formulate per spiegare il fenomeno delle classi sociali, tuttavia, solo un piccolissimo numero di indagini ha portato un effettivo contributo alla chiarificazione del concetto di «classe». D’altra parte, la disparità di opinioni e di prospettive e la prevalente, anche se non sempre palese, esplicazione del concetto di «classe» in termini di stratificazione, rendono difficile enucleare dal pensiero di ciascuno studioso ciò che può effettivamente servire alla costruzione di una teoria generale e coerente, fondata sulle prospettive dell’interesse e del potere.

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 27)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Questo punto fondamentale non è stato rilevato neanche dai critici più acuti di Parsons come Homans, il quale sebbene affermi giustamente che la teoria di Parsons è meramente tassonomica e non ha valore esplicativo, sbaglia laddove afferma che la individuazione delle categorie è il primo passo della costruzione di una scienza, che deve successivamente essere completato dalla individuazione delle proposizioni

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 25)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Il discorso è metafisico e rivela il tentativo di pervenire, utilizzando il metodo intuitivo, a una definizione di certe categorie al fine di rispondere alla domanda che cosa è e non come opera il fenomeno in esame. “Che cosa è il sistema psicologico?” si domanda Parsons, e risponde nel modo indicato sopra. Ma la risposta risulta ovviamente caratterizzata da questa

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia estratto (22)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Analizzando lo status conoscitivo attuale della sociologia ci si rende conto che non esiste una prospettiva teorica unitaria. Non basta per criticare una teoria assumere come punto di partenza una propria particolare prospettiva: occorre che questa prospettiva sia scientifica, cioè compatibile con i postulati metodologici della scienza.» (G. Bolacchi, Il problema del metodo nella sociologia, p. 32)

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 12)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Se si supera la prospettiva metafisica storicistica e si analizza il comportamento in termini strutturali, allora l’esplicazione dei fenomeni umani può avvenire prescindendo completamente dalla storia la quale cessa di essere, come invece credeva presumibilmente Weber, il grande laboratorio in cui dovrebbe operare a posteriori lo scienziato sociale. L’irrilevanza della considerazione storica per la costruzione di una scienza sociale non

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 11)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «Vi è quindi una radicale distinzione sul piano della metodologia della scienza tra la prospettiva evoluzionistica che considera i fenomeni in termini di irreversibilità e la prospettiva strutturale che considera i fenomeni sulla base di un ordine seriale indeterminato rispetto alle modificazioni nel contenuto degli stati (reversibilità). Il non aver visto questa distinzione ha determinato in Weber una serie di

    Leggi tutto
  • Il problema del metodo nella sociologia (estratto 1)

    Con Staff su 26 Giugno 2014
    0

    «La diffusione delle scienze dell’uomo è ostacolata non solo dalle strutture di potere ma anche da errate impostazioni teoriche che hanno la loro origine, sia nella metafisica tradizionale, sia nella metodologia filosofica delle scienze sociali di Weber e in genere nel pensiero dei filosofi appartenenti alla cosiddetta scuola dello storicismo tedesco contemporaneo ; pensiero che da molti,

    Leggi tutto
  • Il concetto di organizzazione secondo il paradigma scientifico (estratto 5)

    Con Staff su 27 Giugno 2014
    0

    «Gli studiosi delle discipline sociali non sempre si rendono conto della debolezza delle proprie analisi, a stento protetti da un uso della statistica privo di ipotesi teoriche di riferimento riguardanti il contesto sociale, e spesso colgono ogni occasione per opporsi, con argomentazioni inconsistenti, all’analisi scientifica del comportamento. La delimitazione precisa del campo di ricerca, che consente al comportamentismo di costruire,

    Leggi tutto
  • I postulati della teoria generale dell’azione di Parsons

    Con Staff su 3 Luglio 2014
    0

    Riepiloghiamo per punti i risultati cui Parsons è pervenuto nella elaborazione di una teoria generale dell’azione (19), con particolare riferimento alla distinzione tra scienza del comportamento (prospettiva del significato) e scienza naturale (prospettiva del fatto).

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 58)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Il capovolgimento di prospettive operato da Schumpeter, non solo non riesce a superare la dottrina della volontà popolare nella sua formulazione più ristretta e più propriamente sociologica, ma non spiega in che modo il procedimento elettorale possa essere suscettibile di una considerazione esclusiva, che prescinda da una sia pure generalissima decisione di problemi da parte dell’elettorato. Al contrario, la elezione

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 55)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Il termine “democrazia” – nella accezione che qui si discute – sta a indicare nient’altro che un metodo, cioè una operazione o una serie di operazioni consistenti nella lotta in concorrenza sul piano politico, analogamente a quanto avviene per la concorrenza nella sfera economica. Ma la concorrenza, come del resto qualsiasi altra operazione, acquista rilevanza e

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 54)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Ciò premesso, può ben dirsi come – per Schumpeter – l’elemento centrale su cui poggia il concetto di “democrazia”, sia dato da una effettiva, stabile e sistematica possibilità di lotta in concorrenza per il comando politico. Di conseguenza, il fatto che la lotta in concorrenza per il comando politico debba comportare la possibilità di essere esercitata stabilmente e sistematicamente (nei

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 42)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «L’analisi di Lasswell e Kaplan mette in luce due elementi essenziali del fenomeno potere: (1) il potere è una relazione; (2) esso si applica a una certa area del comportamento, in rapporto a una certa sfera di valori. Questi elementi si ritrovano in quasi tutte le definizioni di “potere”; il contributo di Lasswell e Kaplan consiste nell’averli isolati e resi

    Leggi tutto
  • Teoria delle classi sociali (estratto 12)

    Con Staff su 12 Agosto 2014
    0

    «Abbiamo visto, a proposito della teoria parsoniana della stratificazione sociale, come la strutturazione e la posizione degli status-ruoli entro il sistema prescinda completamente da una considerazione degli interessi dei soggetti, né possa dinamicamente esplicarsi in funzione dell’esercizio di un qualche potere appartenente a questi ultimi. Ciò discende dal fatto che la stratificazione è concepita da Parsons in stretta connessione con

    Leggi tutto
error: Protetto © Giulio Bolacchi